s

Paul Jenkins

Titolo: Phenomena Like Keats / Anno: 1990 / Alt. x largh. cm.: 73 x 60 / Tecnica: acrilico / Supporto: tela

Titolo: Phenomena Check Mate Wind / Anno: 1979 / Alt. x largh. cm.: 160 x 95 / Tecnica: acrilico / Supporto: tela

Titolo: Phenomena Banco! / Anno: 1969 / Alt. x largh. cm.: 41.9 x 22.8 / Tecnica: acrilico / Supporto: tela

Titolo: Phenomena Spanish Reflections / Anno: 1967 / Alt. x largh. cm.: 162,6 x 96,5 / Tecnica: acrilico / Supporto: tela

Titolo: Phenomena Bedouin Chant / Anno: 1961 / Alt. x largh. cm.: 99,7 x 80,6 / Tecnica: acrilico / Supporto: tela

Titolo: Tatooed Deer Hunter / Anno: 1954 / Alt. x largh. cm.: 53.9 x 35.9 / Tecnica: acquerello e inchiostro / Supporto: carta

Paul Jenkins nasce nel 1923 a Kansas City, Missouri. Dal 1948 al 1952 studia con Yasuo Kuniyoshi presso l’Art Students League di New York e in quegli anni conosce Mark Rothko, Jackson Pollock, Barnett Newman. Nel 1954, dopo aver viaggiato in Italia e lavorato diversi mesi a Taormina, si trasferisce a Parigi dove inaugura presso lo Studio Paul Facchetti la sua prima mostra personale. L’anno seguente, nel 1955, espone a Seattle alla Zoe Dusanne Gallery – il Seattle Museum è il primo museo a compra- re le sue opere. Nel 1956 inaugura la sua prima mostra personale a New York presso la prestigiosa Martha Jackson Gallery; in tale occasione il Whitney Museum of American Art acquista un suo importante dipinto. Nel 1959, dopo la serie di opere “Eyes of the Dove”, inizia a denominare le sue tele “Phenomena”...

Continua a leggere