s

Toti Scialoja

Titolo: Soda Parlour / Anno: 1992 / Alt. x largh. cm.: 161 x 171 / Tecnica: vinilico / Supporto: tela

Titolo: Avversario / Anno: 1990 / Alt. x largh. cm.: 102,5 x 170,8 / Tecnica: vinilico / Supporto: tela

Titolo: Senza Titolo / Anno: 1972 / Alt. x largh. cm.: 99.5 x 70 / Tecnica: mista e collage / Supporto: tavola

Titolo: Senza Titolo / Anno: 1968 / Alt. x largh. cm.: 99.5 x 70 / Tecnica: mista e collage / Supporto: tavola

Titolo: Senza Titolo (Impronte) / Anno: 1960 / Alt. x largh. cm.: 50 x 75 / Tecnica: mista / Supporto: carta intelata

Titolo: Le Viole della Riva / Anno: 1954 / Alt. x largh. cm.: 100 x 65.5 / Tecnica: olio / Supporto: tela

TOTI SCIALOJA 1914 – 1998 A Roma dove nasce e vive, frequenta , fin dagli anni giovanili , la ristretta cerchia di intellettuali che si riunisce intorno alla Galleria della Cometa e gli studi di Corrado Cagli e Mirko. Intorno alla metà degli anni trenta si delinea , sempre più chiaramente, la sua vocazione per la pittura , anche se si dedicherà a lungo allo studio del disegno. Si possono rintracciare le fonti della prima formazione artistica di S. nella pittura di Carlo Levi degli anni trenta. Una pittura che S. stimava e sulla quale in seguito scrisse un intero saggio su “Mercurio “ nel 1947. L’esordio nel mondo ufficiale dell’arte avviene con l’esposizione di un disegno a inchiostro alla terza edizione della Quadriennale romana nel 1939 ,e in seguito 30 disegni vengono esposti nel...

Continua a leggere